I nostri ex allievi nel mondo

Sono Roberta, e appena concluso il biennio Artichoke sono stata selezionata per partecipare al corso di perfezionamento “L’azione silenziosa” presso il teatro Carlo Felice di Genova. Poiché durante i primi mesi di lavoro stavo ultimando la formazione con Artichoke, per me la partecipazione genovese ha avuto la durata di quattro mesi intensivi in cui le giornate hanno messo a dura prova la mia resistenza: dalle prime ore del mattino con tecnica contemporanea si passava al kinomichi, lavoro a coppie, improvvisazione, contact improvisation e composizione per la realizzazione di condivisioni davanti al pubblico del lavoro creato.

Il contesto ha favorito la possibilità, per ogni partecipante, di crearsi o di perfezionare la propria modalità di espressione in modo tale che fosse unica all’interno del gruppo. Sono stata contenta di aver continuato a studiare arti marziali: dall’aikido di Artichoke sono passata al kinomichi. Entrambi sono stati davvero utili.

Terminati gli esami finali di arti marziali, storia della danza e dopo l’ultima condivisione in teatro ho ricevuto una bellissima notizia: il direttore della compagnia Deos mi ha selezionata per una nuova produzione del 2019 che girerà per molti teatri liguri.  

 

 

Devo molto ad Artichoke. Mi ha fatto conoscere la realtà in cui sono grazie a collaborazioni con diversi esponenti del settore; nel corso dei due anni di formazione ho avuto il tempo per capire di cosa avesse bisogno il mio corpo e ho imparato a conoscermi sai dal punto di vista artistico sia da quello più intimo.

Roberta Piazza

Christian Consalvo

Mi chiamo Christian, classe 1990, attualmente sono fondatore e co-direttore del Centro di Formazione "ArteMente" di Milano nel quale insegno Teatrodanza dal 2015 e parallelamente sono regista e drammaturgo della compagnia di danza contemporanea emergente "Lost Movement" di Nicolò Abbattista, per la quale inizialmente sono stato danzatore.

In questi anni abiamo ricevuto diversi riconoscimenti per i nostri ultimi lavori, "A Domani" (2016) e "GLO" (2019), residenze artistiche importanti come quella presso il Festival Oriente Occidente di Rovereto, presso OPLAS - Centro Regionale della Danza Umbria di Umbertide e presso Fattoria Vittadini di Milano. Per quanto riguarda "ArteMente" posso dire con orgoglio che in questi anni il fondare un percorso triennale che guarda alle Accademie europee mi ha permesso di venire a contatto con grandi professionisti provenienti da compagnie internazionali come Batsheva Dance Company, ICK Amsterdam, Tanztheater Wuppertal Pina Bausch, Ultima Vez, Nederlands Dans Theater, Akram Khan Company, Sasha Waltz & Guest e tante altre.

 

Sono arrivato ad Artichoke dopo i miei più che deludenti studi triennali all'interno di una nota formazione milanese. Ero scoraggiato, spaventato e avvilito, avevo perso ogni forma d'amore verso la danza e il movimento. Mi sentivo inadeguato. Grazie a Lia Courrier, insegnante che avevo incrociato qualche volta durante la mia formazione precedente, sono approdato ad Artichoke. E così sono rinato. Ho imparato che la danza è qualcosa che nasce dall'interno, che il movimento può essere libero, vivo e attivo. Grazie all'Aikido e all'Anatomia Esperienziale ho riscoperto me stesso e superato i miei limiti. Grazie alla Release Technique e alla Contact Improvisation ho liberato il mio corpo imprigionato in schemi dolorosi ed errati. Grazie ad un approccio diverso alla danza classica come quello di Lia Courrier ho capito che la danza è per tutti e non solo per pochi eletti. Grazie ad Artichoke ho levigato tutto quello che era stato definito "brutto" e me ne sono innamorato. Ad Artichoke sarò riconoscente per sempre perché mi ha ridonato un corpo che può muoversi, se lo vuole."

Alessandra Calì

Mi chiamo Alessandra e sto frequentando un Master presso il conservatorio The Northern School of Contemporary Dance a Leeds, in UK. Il postgraduate, MA Dance & Creative Enterprise, mi consente non solo di approfondire le mie competenze artistiche e creative ma anche manageriali. Il corso verte sulla preparazione di producer nel mondo della danza, figura non del tutto conosciuta in Italia. Le materie affrontate spaziano da Storia e Critica della danza, Tecniche di danza contemporanea, Composizione coreografica fino ad Arts Project Management, Digital Marketing e Fundrising. Le figure professionali che il corso riserva per gli studenti sono diverse, producer e freelance artists in particolare. La città offre costantemente opportunità ed iniziative artistiche, nutrite da un network consolidato tra giovani danzatori, studenti del conservatorio ed insegnanti di esperienza internazionale. Molto forte é il legame tra il conservatorio ed altre istituzioni presenti sul territorio e nella capitale tra cui Yorkshire Dance, BBC e London Contemporary Dance School.

 

La mia esperienza ad Artichoke comincia nel 2016, in concomitanza con il conseguimento della mia laurea triennale. Ero alla ricerca di una realtà nuova e diversa nell'ambito della danza contemporanea in Italia. I due anni trascorsi insieme sono stati per me pieni di scoperte, riflessioni e consapevolezze. Ho imparato a prendermi il tempo necessario per ascoltarmi, cercando di affermarmi non solo artisticamente ma anche umanamente, lontana dai giudizi di chi mi circonda. Ringrazio Artichoke per aver contribuito a fare in modo che ciò potesse accadere.

Agnese Forlani

Ciao sono Agnese e sto studiando al conservatorio di Antwerp al quale ho avuto accesso tramite audizione, dopo aver conseguito il biennio di formazione Superiore in danza Contemporanea Artichoke.

La vita al Royal Conservatoire Antwerp è molto intensa, ho l'occasione di entrare nella tecnica di un insegnante con cui si lavora assieme tutti i giorni per periodi di circa due mesi, per poi cambiare e tuffarmi nell'universo di qualcun altro; c'è così la possibilità di avere a "portata di corpo" tecniche diverse che poi vengono ampiamente analizzate e incorporate personalmente grazie a lezioni come analisi del movimento e improvvisazione. La cosa bella che ci è subito stata chiarita è che ognuno di noi è diverso e quello che ci viene dato ogni giorno sono strumenti per sviluppare il nostro proprio movimento e senso artistico. Senso artistico che ci è dato di approfondire grazie alla grandissima quantità di spettacoli e performance che circolano qua in Belgio e su cui ci è chiesto molto spesso di fare un lavoro di analisi e reportage.

Ringrazio di essere entrata in questa scuola dopo aver già fatto due anni di formazione a Milano: ad Artichoke ho avuto infatti soprattutto il tempo di ascoltare il mio corpo e capirmi per poi potermi tuffare in un mondo che non avrei potuto affrontare così senza la base di comprensione autentica che ho sperimentato con Artichoke!

Umberto Gesi

Dopo il biennio ad Artichoke fdr mi sono trasferito in Austria per frequentare il quarto e ultimo anno della Salzburg Experimental Academy of Dance ed è proprio da qui che sto scrivendo ora durante una delle pause tra una lezione e l'altra. Ancora non so cosa sarà di me dopo questa esperienza, vorrei mettere alla prova le mie capacità come interprete, affinarmi e maturare grazie all'aiuto di coreografi ispirati. Il mondo del movimento è così ampio da perdercisi e credo che sia proprio questa la meraviglia della danza contemporanea: non soffermarsi su un solo aspetto del movimento ma invece guardare a tutte le più diverse forme di espressione corporea, sempre curiosi e disponibili. Conoscere il corpo è un'esperienza sempre nuova. Ammetto che mi piacerebbe un giorno riuscire a passare ad altri le conoscenze acquisite o essere io stesso creatore con il movimento, la pratica della coreografia mi affascina. Ho iniziato a scoprire tutte queste esigenze proprio durante il tempo passato ad Artichoke fdr; è stata un'esperienza preziosa e necessaria, se non fondamentale.

 

Ricordo la grande coerenza ad ogni lezione, i principi che muovono il corpo condivisi da tutte le docenti e quel sottile filo che collegava tutte le lezioni: da quella di balletto, all'improvvisazione o l'aikido, discipline apparentemente lontane che invece diventavano sorelle. Mi emoziono un po' se ripenso alle ore passate assieme ad Elena (tutor per il progetto autoriale n.d.r.) e alle mie compagne d'avventura durante il secondo anno, un percorso diviso tra duro lavoro e risate il cui risultato è stato il mio primo pezzo come autore.

Sono stati due anni felici all'insegna della reinvenzione e di un miglioramento costante grazie soprattutto alle insegnanti che con sguardo generoso, affettuoso ma obbiettivo e mai giudicante lasciavano che i miei talenti sbocciassero liberi, per portarli poi alle soglie di una nuova consapevolezza tutta da scoprire. 

Alessio Scandale

Sono nato nel 1993 nella provincia di Varese e dopo aver studiato al Balletto Teatro di Torino e al Real Conservatorio Profesional de Danza Mariemma a Madrid sono tornato in patria ed ho fatto il mio ingresso nella famiglia “Artichoke” nel 2015.
Dopo un anno passato al Carciofo, nel 2016 mi sono diplomato presso la Salzburg Experimental Academy of Dance SEAD. Qui ho avuto la possibilità di entrare in contatto con una realtà nuova che mi ha permesso di affinarmi, conoscere nuovi metodi e scoprire la mia vera identità artistica.
Parallelamente agli studi inizio la mia carriera da interprete con la compagnia Ariella Vidach Aiep, prendendo parte a diverse produzioni.
Con Laura Beschi ho l'opportunità di intraprendere una ricerca su un linguaggio proprio dalla quale sono nati lavori presentati in Italia e Svizzera. Negli ultimi anni ho lavorato con Zsuzsa Rozsavolgyi, cie Willi Dorner, Alix Eynaudi, The Loose Collective, Daniele Ninarello per “Still” e la Tanz Company Gervasi a Vienna.

Dall'aprile 2018 mi trasferisco a Berlino per iniziare una nuova avventura con cie. Toula Limnaios.

Ad Artichoke mi sono fermato.

Ho ascoltato e ricominciato.

Ho scoperto che le cose che avevo imparato prima di approdarvi potevano essere approfondite e eseguite meglio.

Ad Artichoke ho avuto tempo per concentrarmi su me stesso pur lavorando in gruppo.

Laura Beschi

Sono Laura, classe 1993 nata a Como. Ho conosciuto il Carciofo in seguito a un’esperienza all’estero presso il Real Conservatorio di Madrid. Avevo grande desiderio di tornare in Italia, dopo essere rientrata sono venuta a sapere del progetto e l’ho trovato perfetto per conciliare il mio training mattutino e l’insegnamento al pomeriggio.

Ho frequentato Artichoke nel 2014/2015 e durante la preparazione dello spettacolo finale “Curgo Cult” ho fatto l’audizione per SEAD, Salzburg Experimental Academy of Dance.

L’audizione è andata positivamente e sono stata ammessa al terzo anno su una formazione di quattro.

Da ottobre dall’anno successivo mi trasferisco a Salisburgo ed inizio il mio percorso, concluso con il mio diploma nel Giugno 2017.

Parallelamente agli studi, con Alessio Scandale abbiamo il desiderio di creare un nostro linguaggio coreografico e diamo vita a due duetti (Relazioni 2.0 e Quanto) che abbiamo avuto la possibilità di presentare in diversi festival tra Como e il Ticino.

Dopo il diploma collaboro con l’artista giapponese Michikazu Matsune per il Sommerzene Festival e da Ottobre prendo parte alla Tanz Company Gervasi per la creazione dello spettacolo “Two Steps Back” che debutterà ad Ottobre a Vienna.

Per me l’anno nel Carciofo è stato un profondo momento di riflessione. Ho avuto la possibilità di prendermi del tempo per conoscere meglio il mio corpo e le sue possibilità e di chiarire nella mia testa quali fossero realmente i miei desideri per il futuro e se veramente volessi fare questa professione.

Artichoke mi ha dato la motivazione per fare questo passo, uscire dalla mia confortzone casalinga ed a investire tutte le mie forze in quello che volevo fare.

Ci trovi presso gli spazi di CorteRegina

Viale Monza, 16 - Milano

E-mail: artichokefdr@gmail.com

  • Bianco Instagram Icona
  • Facebook - Bianco Circle